FESTA

Tano Festa nasce a Roma nel 1938. Si diploma all’Istituto d’Arte,, sezione fotografia artistica e già, nel 1959, espone alla galleria La Salita, di Roma, con Franco Angeli e Giuseppe Uncini. La sua prima produzione artistica, svela una nuova geometria, formata da oggetti quotidiani, trasformati e caricati di una forza espressiva: famose sono le sue “Finestre”.

Fece parte della ”Scuola di Piazza del Popolo”, con Angeli e Mario Schifano, divenendo uno degli artisti  della pop-art italiana. La scelta di tale nome non fu casuale: Festa infatti decise di indirizzare la sua ricerca verso una rivisitazione dell’arte italiana del Rinascimento, creando la serie “Michelangelo”, ma anche riportando gli affreschi della Cappella Sistina su tela emulsionata, con pittura a smalto.

Attorno agli anni ’70, la sua arte attraversa un periodo di “indifferenza” da parte della critica e del pubblico. Ma negli anni ’80, con la serie Coriandoli, trova nuovi stimoli per riottenere una certa visibilità, soprattutto critica. La sua nuova espressione artistica, dura e tagliente, si concretizza in enormi tele ricoperte di materia pittorica in cui venivano lanciati puntini di carta (i “coriandoli”).

Nel 1980 partecipa alla XL Biennale di Venezia e due anni dopo alla mostra “Artisti Italiani Contemporanei 1950 – 1983″.

Tano Festa muore giovanissimo, nel 1988.

Lascia un Commento

*